L' Anisetta, un estratto dalla pianta aromatica

L'anisetta è un liquore a base di anice verde, una pianta aromatica chiamata Pimpinella anisum, da cui deriva appunto il nome Anisetta.

La Pimpinella Anisum appartiene alla famiglia delle apiaceae e produce semi il cui sapore ricorda quello del finocchio, con un leggero retrogusto di  menta.

Si tratta di una pianta erbacea annuale originaria del Mediterraneo orientale e dell'Asia che produce fusti eretti, verdi, semilegnosi, abbastanza ramificati, alti circa 60-70 cm.

Le foglie di Pimpinella anisum sono ovali e di colore verde brillante.

Durante l'estate questa pianta genera grandi infiorescenze ad ombrello, formate da piccoli fiorellini bianchi e  piccoli frutti verdi, ovali, ruvidi, che vengono raccolti per essere essiccati e poi utilizzati in cucina.

L'anice verde è usato in tutto il mondo per aromatizzare liquori, caramelle e dolci e  talvolta  per  insaporire piatti di carne o di pesce, ed anche per profumare  il pane.

I frutti dell'anice verde si raccolgono  ad estate avanzata e  si fanno essiccare all'aria per essere poi utilizzati interi o macinati.

I semi si conservano o  in barattoli con chiusura ermetica o nel congelatore anche se, in cucina,  generalmente si utilizza l'olio aromatico  che si estrae dai frutti essiccati.

L'anice verde predilige le temperature calde ed i luoghi molto soleggiati, ed è per questo che cresce bene in zone con estati lunghe e molto calde.

Preferisce la siccità alle piogge e quindi terreni asciutti e drenati.

La moltiplicazione della pianta avviene per seme nel periodo tra febbraio e marzo.

Visita anche: Bianchello del Metauro - Sibillini -

Publinord srl - Bologna - P.I. 03072200375 - REA BO 262516